Keep calm… è lunedì.
Keep calm… è martedì.

Fintanto che non compare il tanto agognato #thanksgoditsfriday, la settimana sembra non finire mai.
E ogni giorno svegliarsi è sempre più dura.

Che tu sia un dormiglione oppure no, il risveglio è un momento critico per ognuno di noi.
E’ un momento di trasformazione: si passa da una fase ad un’altra e il nostro fisico richiede l’attivazione di molta energia per poterlo affrontare.

Una cosa del tutto naturale.
Ma che la maggior parte delle volte sottovalutiamo.

Apriamo gli occhi e prima ancora di alzarci dal letto abbiamo acceso il telefono.
Con buona probabilità ci sarà già un discreto numero di notifiche ad attirare la nostra attenzione (i gruppi Whatsapp non dormono mai!).
Leggi un messaggio, rispondi ad un altro…. Aaarrgh! Sono già passati 15 minuti.
Corri in bagno, ti lavi, ti vesti ed è già ora di uscire.
Colazione? Bah! La faccio per strada.
Poi il traffico, tutti di corsa, arrivi trafelato in ufficio e prima ancora cha la giornata sia iniziata, sei già stremato.

Tutto questo moltiplicato per cinque giorni (come minimo).

 

Un vecchio proverbio dice:

 

Il mattino ha l’oro in bocca.

 

Qualcosa di prezioso. In un posto in cui non ci aspetteremmo mai di trovarlo e che quindi tendiamo a dare per scontato.

La routine mattutina è proprio questo: qualcosa di prezioso, che se trattata con la cura che merita, potrà darci tante soddisfazioni.

 

Ecco tre semplici consigli per trattarla come tale.

 

PRENDITELA CON CALMA

 
Dedica tutto il tempo necessario all’inizio della giornata.
Se questo ti richiede di puntare la sveglia 10 minuti prima, fallo. Ne proverai subito il beneficio.
Concediti piccoli lussi come poltrire nel letto ancora 5 minuti.
Dedica tempo alla colazione: non saltarla.
E’ fondamentale per avere l’energia necessaria ad affrontare la giornata.
Falla con calma, magari mentre leggi qualche pagina di un libro o scrivi qualcosa sul tuo diario.
Se ti piace, potresti meditare qualche minuto (l’app Headspace ha proprio delle sezioni di meditazione molto brevi, di 10 minuti).

 

EVITA LA TECNOLOGIA

 
Accendere il telefono e scoprire di avere 19 notifiche WhatsApp non solo ruba tempo alla tua routine (la curiosità ti terrà incollato al telefono fintanto che non avrai letto tutto) ma allontana la tua concentrazione da quelle che sono le attività della giornata.
Evita pertanto di accedere ai social come prima cosa la mattina.
Il mio suggerimento è quello di mantenere la modalità aereo dello smartphone durante tutta la tua routine mattutina, e volendo anche oltre.
Potresti sfruttare infatti i viaggi verso il lavoro per leggere un libro o il giornale se utilizzi autobus o treno, oppure per ascoltare un programma radiofonico se viaggi in auto.
Penso di aver ascoltato i migliori podcast la mattina uscendo di casa!

 

CONSULTA LE LISTE MIT (Most Important Task)

 
Leo Babauta, nel suo blog Zen Habits, consiglia di utilizzare una lista, da aggiornare giorno per giorno, che riporti le tre cose più importanti che entro la giornata dovranno essere portate a termine.
Scegline solo tre per evitare di darti obiettivi troppo elevati e difficili da raggiungere (se completi la lista MIT puoi infatti sempre aggiungere altre attività!).
Seleziona con cura le tre voci in quanto sono quelle, che a fine giornata, ti avranno fatto raggiungere il miglior risultato e grado di soddisfazione.
Consulta la tua lista tra le prime cose del mattino e fai partire la tua giornata da li.
Sarà più semplice mantenere la rotta nonostante gli imprevisti, che lo sai, arriveranno sempre e comunque.

 

Utilizzi già qualcuna di queste strategie nella tua routine quotidiana?
Ne hai altre da suggerire?
Rispondi nei commenti!

No Comments

Post a Comment