Se segui il mio blog da un po’ di tempo, forse saprai già che utilizzo Evernote come “raccoglitore” digitale degli appunti scritti ai corsi a quali partecipo e dei libri che leggo e studio per lavoro.

Se non conosci Evernote e sei curioso di scoprire come lo utilizzo io puoi leggere questo post.

Nell’articolo di oggi approfondisco il tema, parlandoti di una novità (in realtà non è recentissima, ha già qualche mese) che sto apprezzando sempre di più: i modelli di note in Evernote.


Ricordi le note?

Evernote è un raccoglitore digitale di note. Si struttura principalmente in due elementi: i taccuini che, come dei veri e propri raccoglitori ad anelle, contengono più note (nella metafora cartacea sono i fogli singoli), ognuna delle quali può contenere diversi formati di contenuto (testo, immagini, note audio, disegni, liste di cose da fare ecc.)

La nota è l’unità di misura di Evernote e quello che mi piace di più dell’app è la grande versatilità di utilizzo e la libertà che lascia all’utente.

Mi è capitato spesso di consigliarlo in fase di consulenza ma per funzioni molto diverse tra di loro.

Per esempio, l’ho consigliato a una psicoterapeuta per tenere traccia del percorso seguito con un paziente: non potendo prendere note in digitale durante la seduta, le funzioni di dettatura vocale e integrazione delle foto dei suoi appunti le permetteva, una volta terminato l’incontro e in tempi molto brevi, di fissare nella nota le riflessioni sul percorso terapeutico, in modo da non perdere traccia di nulla e ritrovare tutto nei giorni successivi.

Ho suggerito Evernote anche ad un avvocato per riunire, in un’unica nota, la checklist dei documenti da produrre per ogni cliente e lo stato di avanzamento della fatturazione.

Insomma, tante possibilità in un unico strumento. Peraltro gratuito.

Cosa chiedere di più?

 

Modelli di Evernote: avere una guida è utile

Il professional organizer è una guida che ti aiuta a personalizzare i metodi e gli strumenti organizzativi sulla base delle tue esigenze ed esiste proprio perché non a tutti questo processo viene immediato. Anzi.

Trovare, tra i mille metodi e strumenti sul mercato, quello giusto per te può essere un processo lungo e faticoso.

È il paradosso della scelta: più possibilità di scelta abbiamo, maggiore è la nostra libertà di movimento, altrettanto complicato sarà prendere una decisione.

Troppa scelta spesso rischia di non permetterci di scegliere affatto.

Ecco perché una guida risulta sempre utile nel momento in cui si inizia un percorso di miglioramento della propria organizzazione personale (chiedendo, per esempio, l’aiuto di un professional organizer). Ed ecco perché anche Evernote ha messo a disposizione dei suoi utenti una serie di modelli precompilati di note che puoi utilizzare in caso di bisogno.

 

A quale scopo?

Ti basta solo un clic per avere note migliori. Risparmia tempo e fatica con modelli facili da installare adatti a ogni esigenza. Sono completamente personalizzabili e riutilizzabili all’infinito.

Fonte: Sito ufficiale di Evernote

Al momento sono disponibili 54 modelli, organizzati in tre raccolte (per il lavoro, per la scuola, per la vita) e in 11 categorie:

  • Scrittura creativa
  • Getting Things Done® (GTD)
  • Casa e giardinaggio
  • Gestione delle risorse
  • Marketing e vendite
  • Incontri
  • Organizzazione di feste
  • Benessere personale
  • Gestione dei progetti
  • Scuola
  • Viaggio

 

 

Non vedo l’ora di provarli tutti ma ecco subito una classifica dei miei preferiti:

  1. Tracking giornaliero per concentrazione ed energia: ovviamente fa un po’ concorrenza al mio Diario del Tempo (che puoi scaricare gratuitamente dalla mia home page) ma la consapevolezza delle nostre energie sta alla base di tutto, per cui … preferito! Assolutamente!
  2. Monitoraggio delle abitudini: cambiare un’abitudine è un duro lavoro. Richiede tempo, tanto impegno e soprattutto costanza. Questo modello ti aiuta a tenere traccia dei progressi. Mi piace molto!
  3. Infine, da P.O. quale sono, non posso che avere gli occhi a cuoricino per i modelli ispirati al metodo GTD® di David Allen e in particolare al modello della revisione settimanale, utilissimo per chi applica questo metodo nella sua organizzazione (se ti va parliamone, posso aiutarti a scoprirlo e ad applicarlo anche su di te!)

 

Davvero bravi quelli di Evernote! Mi volete come brand ambassador?! 😉

Scherzi a parte, utilizzo Evernote da anni (prima ancora di diventare professional organizer) e non posso che parlarne bene.

Oltre a questa, ci sono altre app che utilizzo con frequenza per organizzare il mio lavoro e/o la mia vita privata. Vorresti sapere quali sono?

Lascia un commento al post con la curiosità che ti attanaglia (per esempio quale strumento uso per fare la lista della spesa oppure per pianificare il piano editoriale).

Sarà un piacere rispondere in uno dei prossimi post!

2 Comments
  • Vero

    22 Maggio 2019at20:16 Rispondi

    Io uso evernote… prenium…ma mi manca sempre qualcosa !

    • Chiara Battaglioni

      23 Maggio 2019at7:46 Rispondi

      Grazie del tuo commento 🙂
      Organizzarsi meglio è qualcosa di totalmente soggettivo e personalizzare al massimo gli strumenti che si trovano sul mercato non è sempre possibile.
      Forse, per quello che avverti come mancante, Evernote non è lo strumento giusto per te.
      Se pensi che possa esserti di aiuto, nella pagina Consulenza trovi la possibilità di prenotare un’ora su Skype per cercare insieme la soluzione.
      A presto! 🙂

Post a Comment