Avere più consapevolezza per essere organizzato nel lavoro

Il titolo “professional organizer” può, in parte, trarre in inganno.
È vero, sono una professionista dell’organizzazione: l’organizzazione è lo strumento attraverso il quale mi impegno a migliorare la qualità della vita lavorativa dei miei clienti.

Tuttavia l’aspetto puramente organizzativo è solo una parte del mio lavoro: avere più consapevolezza di sé è il primo passo per poter intraprendere un cambiamento delle proprie abitudini organizzative.

In questo post ti suggerisco tre strumenti che puoi iniziare ad utilizzare fin da ora per aumentare la consapevolezza che hai del tuo modo di lavorare.

READ MORE

Il cambiamento produttivo

Il modo in cui lavoriamo definisce la nostra professionalità: avere la consapevolezza di quali sono i nostri punti di forza e le nostre debolezze è il motore che innesca il cambiamento.

Un cambiamento in grado di generare risultati e di renderci pienamente soddisfatti della nostra vita lavorativa.

Questo è Il Cambiamento Produttivo, un progetto al quale tengo moltissimo, nato in collaborazione con la business coach Fulvia Silvestri.

E da oggi Il Cambiamento Produttivo ha una casa online tutta sua.

READ MORE

la teoria delle finestre rotte

L’organizzazione e la teoria delle finestre rotte

Quante volte hai maledetto la disorganizzazione di un ambiente di lavoro?

Quante volte hai sognato di vivere con un compagno o una compagna più ordinato/a?

Ti è mai capitato di lavorare male a causa del tuo (seppur temporaneo) disordine fisico e mentale?

Se le risposta è sì sappi che una relazione tra ordine, organizzazione e cura dell’ambiente intorno a te e quello stesso ambiente esiste. Eccome se esiste.

E la teoria delle finestre rotte ci aiuta a comprenderla meglio.

READ MORE

i vantaggi di usare le checklist

I vantaggi di usare le checklist

Nel mio corso online TU-do-list ti guido nel creare in autonomia il tuo personale sistema di liste, per organizzarti meglio sul lavoro e non perdere pezzi per strada.

Suddivido le liste in tre grandi famiglie che ti riassumo brevemente qui:

  • Le liste operative, di cui fa parte la celeberrima to-do, che ti indicano le cose da fare;
  • Le liste di consultazione, da tirare fuori nel momento del bisogno (per esemio la lista dei libri da leggere se sei in libreria e vuoi comprare qualcosa di nuovo);
  • E infine le checklist, che descrivono una procedura che si replica sempre uguale (o comunque con piccole variazioni).

Nel post di oggi ti descrivo un’applicazione delle checklist che potrà esserti utile nel tuo lavoro di freelance.

READ MORE