organizzazione sotto l'ombrellone

Organizzazione sotto l’ombrellone

Quello di oggi è l’ultimo post prima della pausa estiva.

Il blog va in pausa per i mesi di luglio e agosto e riaprirà la stagione autunno/inverno con tanti nuovi contenuti dal primo mercoledì di settembre.

Nel frattempo, ti lascio qualche consiglio di lettura per l’estate e dove puoi continuare a seguirmi in questi mesi.

Buone vacanze!

READ MORE

model calendar

Come organizzare la settimana con il model calendar

Organizzare la settimana è un compito parecchio difficile per un freelance che deve riuscire a incastrare impegni, cose da fare e responsabilità di tutti i tipi: ci sono i clienti, ma c’è anche la comunicazione sui social, la partecipazione a un evento di networking, l’amministrazione, la formazione e il recupero crediti.
E insieme al lavoro, la vita privata, la famiglia, magari un figlio con i suoi impegni e orari completamente diversi dai tuoi.

Come riuscire a incastrare tutto quando sembra non ci sia più tempo a disposizione?

READ MORE

Essere organizzati non basta

Perché essere organizzati non basta

Essere organizzati non basta per insegnare ad altri a esserlo.

Quella di oggi è una riflessione personale sulla mia professione e su tutte le altre che per essere svolte richiedono delle competenze tecniche che sono esse stesse il contenuto, il valore di quanto viene trasferito al cliente.

Mi spiego meglio.
Il traduttore, per poter fare il suo mestiere, ovvero tradurre, deve conoscere bene la madrelingua, almeno una lingua straniera e tutta una serie di altre tecniche e/o regole per eseguire la traduzione correttamente. Io, che conosco anche discretamente bene lo spagnolo, di certo non sarei in grado di fare una traduzione accurata e professionale.

Il professional organizer, per allenare le competenze organizzative del cliente, deve conoscere e praticare quelle stesse competenze lui stesso per poterle trasferire.

Fin qui potremmo essere tutti d’accordo.

Ma che relazione c’è tra una competenza tecnica (conosco un tema e/o degli strumenti) e la capacità di trasferirla ad altri attraverso il proprio lavoro (ovvero sono in grado di insegnare ad usare questi stessi strumenti)?

Nel post di oggi provo a rispondere a questa domanda.
Da un punto di vista totalmente personale.READ MORE

sommersi dalle email

5 consigli per non restare sommersi dalle email

Ore 8.30 di un altro giorno di lavoro.
Mentre sorseggi il tè ancora caldo, accendi il computer.

Forse qualcuno da qualche parte ha scritto di non farlo, ricordi di averlo letto in giro…
Non importa, clicchi.

Apri Gmail (o altro client di posta a piacere).
Ecco fatto. 53 messaggi non letti nella casella di posta.

Oltre a un numero non ben quantificato di messaggi mezzi letti, non del tutto elaborati e comunque lì nella tua inbox, pronti a distogliere la tua attenzione da quello che ti eri proposto di fare stamattina.

Cos’era che dovevi fare?

READ MORE

Il cambiamento produttivo

Il modo in cui lavoriamo definisce la nostra professionalità: avere la consapevolezza di quali sono i nostri punti di forza e le nostre debolezze è il motore che innesca il cambiamento.

Un cambiamento in grado di generare risultati e di renderci pienamente soddisfatti della nostra vita lavorativa.

Questo è Il Cambiamento Produttivo, un progetto al quale tengo moltissimo, nato in collaborazione con la business coach Fulvia Silvestri.

READ MORE