C’è un solo modo per cambiare radicalmente il tuo comportamento: ed è cambiare l’ambiente che ti circonda.


Quando si parla di produttività, si tende troppo spesso a soffermarsi su risorse come il tempo, la concentrazione, la motivazione a raggiungere un obiettivo, ecc.

Mentre lo spazio viene messo in secondo piano.

Questo è un errore. Perché nonostante il tempo, l’attenzione e la motivazione siano fattori fondamentali per riuscire a lavorare in maniera efficace e a raggiungere i propri obiettivi, è lo spazio la prima vera realtà con cui ci dobbiamo interfacciare durante il nostro lavoro.

Una scrivania disordinata genera stress e rallenta le procedure; un archivio disorganizzato causa enormi perdite di tempo (se non danni più gravi).

 

Lo spazio influisce (in maniera negativa o positiva, questo dipende da noi) sulle nostre prestazioni e sul nostro stato d’animo.

 

 

Per questo motivo, è uno degli aspetti che prediligo e dai quali parto durante gli interventi con i miei clienti.

Liberare e alleggerire il nostro spazio di lavoro equivale a liberare la nostra mente e a lavorare in maniera più serena e focalizzata.

 

Ho incontrato questa frase (da me liberamente tradotta) del Dr. B.J. Fogg, Direttore del Persuasive Tech Lab di Stanford, in un articolo dell’aprile 2016 su Hubspot.

L’autore, Erik Devaney, suggerisce almeno 7 strategie per migliorare il proprio spazio di lavoro e favorire in questo modo la propria produttività.

Io ne aggiungo un’ottava. 😉

 

Favorire l’ingresso della luce naturale

A meno che non siate vampiri, la luce naturale nel vostro ambiente di lavoro può avere effetti benefici sul vostro benessere, compreso quello di farvi dormire di più e meglio durante la notte (ben 47 minuti in più!)

 

Caldino è meglio

Alcune ricerche dimostrano che aumentando la temperatura da 20° a 25°, il numero di errori di battitura nel lavoro degli impiegati si riduce del 44%.

 

Ascoltare musica. O anche no.

In questo caso le ricerche sono contrastanti: penso che dipenda molto dalla persona.
Io per esempio uso Noisli. Lo conosci?

 

Un pò di verde…

Secondo una ricerca condotta nel 2014, avere una pianta sulla scrivania o in ufficio aumenta la produttività del 15%, perchè ha effetti benefici sulla qualità della vita di chi ci lavora.

 

…e un pò di giallo!

Secondo la teoria dei colori, il giallo è un colore che evoca speranza, un futuro luminoso. Un tocco di colore in ufficio non fa mai male! 🙂

 

Hai mai pensato al Feng Shui?

Il Feng Shui è l’antica disciplina cinese che insegna come progettare uno spazio abitativo in armonia con le energie di chi lo vive. Utilizza uno strumento, il Bagua, che è una sorta di griglia che suddivide gli spazi e li mette in relazione con alcune sfere della vita della persona, come la carriera, le relazioni, la salute, ecc. Sei curioso? Puoi approfondire leggendo questo articolo.

 

Utilizzare un doppio monitor

Aumentando lo spazio della scrivania virtuale a tua disposizione, riduci l’affaticamento degli occhi e faciliti il flusso di lavoro fra un documento e l’altro. Se hai spazio a disposizione, vale la pena fare questo investimento!

 

Ultimo consiglio?

Marzo è il mese giusto per semplificare. E’ arrivata la primavera e con lei la voglia di leggerezza.
Elimina tutto il materiale, cartaceo e di cartoleria, non necessario al tuo lavoro.
Una scrivania ben organizzata rende più agevole e meno stressante il lavoro quotidiano.
Investi in un buon sistema di archiviazione dei documenti: per organizzarli utilizza le etichette. Meglio ancora se in digitale per ridurre il numero della carta.

 

 

E ricorda sempre…

Less is more!

Salva

Salva

No Comments

Post a Comment