Nell’immaginario collettivo, il Professional Organizer è il professionista che si occupa di ordinare e organizzare gli spazi della casa.
Ma se mi segui da un po’ sai anche che questa non è la mia specializzazione.
Infatti io mi occupo di organizzazione del lavoro e lo faccio principalmente con i liberi professionisti.

Per questo motivo, nelle consulenze richieste dai miei clienti, spesso non è necessaria la mia presenza nei loro spazi di vita e di lavoro. E posso sfruttare la tecnologia a disposizione per avvicinarmi anche a chi è geograficamente lontano da me.

Dopo averti raccontato come funziona il sopralluogo, il preventivo e la consulenza in presenza oggi ti svelo i dietro le quinte della consulenza via Skype.

 

Quando scegliere la consulenza Skype

Ci sono alcuni fattori chiave che potrebbero farti propendere per una consulenza personalizzata via Skype.

La distanza geografica è una buona ragione, ma sicuramente non la principale.

Infatti, se il tuo problema è imparare a gestire meglio il tuo tempo o aumentare la tua produttività, anche a distanza possiamo confrontarci sugli strumenti che stai attualmente utilizzando, fare esercizi per perfezionarne l’uso o eventualmente trovarne di nuovi, se necessario.

Nel mio lavoro mi occupo di fornire metodi e strumenti per organizzare il flusso di lavoro, che è un concetto un po’ astratto: gli strumenti per controllarlo possono essere molteplici e il mio compito è suggerirti quello più adatto a te e affiancarti fino a individuare la soluzione ottimale.

Per cui, se non hai difficoltà o antipatia verso i mezzi di comunicazione a distanza quali Skype e FaceTime, anche da remoto possiamo trovare la strada giusta per sviluppare la tua organizzazione personale.

 

I vantaggi di una consulenza via Skype

È flessibile: incrociare le agende per un incontro della durata di un’ora o un’ora e mezza (sconsiglio delle Skype call più lunghe perchè la soglia dell’attenzione, dopo 90 minuti, tende a calare drasticamente) è molto più semplice che pianificare un incontro di mezza giornata.
Si può inserire facilmente nel flusso lavorativo di una giornata, senza interferire troppo sul regolare svolgimento delle attività.

È concentrata: poco tempo ma ben focalizzato, solo su quello che conta davvero. Probabilmente all’inizio ti sentirai un po’ spaesato e non sarà subito chiaro di cosa hai bisogno, ma in quel caso ti aiuterò io e un passo alla volta metteremo in pratica pochi consigli da testare durante lo svolgimento del tuo lavoro. E all’incontro successivo valuteremo insieme come è andata.

Nell consulenze Skype, ancor più che nelle consulenze in presenza (e naturalmente a seconda delle esigenze del cliente), suggerisco sempre dei pacchetti di incontri (di solito 3 o 5) per dare una continuità al lavoro: dopotutto, ogni cambiamento richiede tempo e devi concederti la possibilità di testare e mettere in pratica la tua nuova organizzazione del lavoro.

È vantaggiosa dal punto di vista economico: poiché non sono previste spese di trasferta e tempi morti di spostamento, il costo della consulenza da remoto è inferiore rispetto a quella in presenza. Ma il valore è garantito perché, come ogni consulenza, l’intervento è progettato su di te.

 

Come funziona la consulenza da remoto

Come per il sopralluogo fisico, fissiamo un colloquio conoscitivo telefonico o via Skype di circa 30 minuti: potrai raccontarmi quali sono i tuoi problemi organizzativi e quali risultati intendi raggiungere.

Seguirà un proposta di preventivo e una piccola lista di tematiche che potremmo affrontare insieme, tra le quali potrai scegliere quella o quelle che senti più vicine alle tue esigenze.
Se accetterai il mio preventivo si parte! E potremo fissare i primi incontri a cadenze regolare di una o due settimane l’uno dall’altro.

 

Vuoi provare?

Se senti di aver perso il controllo del tuo lavoro e vorresti ritrovare la rotta grazie all’organizzazione, scrivimi una mail a ciao@chiarabattaglioni.it e fissiamo il primo colloquio conoscitivo.

No Comments

Post a Comment